Curare gli alberi - agronomo Milano

Le analisi degli alberi

30.12.2013 15:34


Per valutare la stabilità degli alberi sono disponibili diverse metodologie.

Quella più utilizzata oggi è il Vta (visual tree assestment). Questa tecnica si basa sulla lettura, legata al contesto, dei segnali che l'albero comunica al professionista. Il Vta consente di individuare se un albero presenta punti critici, segnali di anomalia visibili dall’esterno.

L'utilizzo di strumentazioni quali il resistograph o il martello elettronico possono dare un valido supporto  per completare le informazioni. In dettaglio, queste forniscono una misura del rapporto tra porzione residua di legno sano e il raggio di un albero e se questo rapporto supera o meno una soglia considerata critica (rapporto t/r >0,3).
Infatti, una sezione cava di qualunque materiale sottoposta a qualunque sollecitazione ha la tenuta di una sezione non cava purché lo spessore della parete residua di legno superi il 30% della superficie e sia concentrica.

Un ulteriore analisi da tenere in considerazione è il metodo Sia-Sim (Statics integrated assesment- Statics integrated method) che privilegia le dimensioni, la sagoma della chioma e l'interazione tra le diverse specie arboree e le condizioni pedoclimatiche.

La tecnica approfondisce alcune proprietà del legno quai elasticità e carico di rottura attraverso prove dove l’albero è sottoposto a sollecitazioni indotte.

Tramite sensori elastometrici e inclinometrici si ottengono le informazioni su cui elaborare calcoli statici complessi capaci di individuare la pericolosità di un albero attraverso il calcolo del fattore di sicurezza.

Una valutazione veramente completa deve considerare anche le variazioni nell’inclinazione della zolla radicale o nell’allungamento e/o compressione delle fibre attraverso appositi sensori (pulling test).

Per quanta riguarda gli alberi di elevate dimensioni è stato dimostrato che piante con sezioni molto sottili hanno fattori di sicurezza molto elevati, infatti c’è differenza se, per esempio, un 10% di parte sana residua riguarda un albero con diametro di base di 0,5 m o di 1,5 m.

Il sistema Sia-sim sostiene focalizza l'attenzione sulla forma dell'albero in quanto il carico di lavoro diminuisce con l'età della pianta (a causa della chioma che si riduce) mentre il carico di rottura cresce poiché aumenta il diametro del fusto.

Entrambi i metodi hanno lo scopo di determinare il rischio di caduta e le pratiche arboricole più idonee per diminuirlo.
L'analisi degli alberi è una materia complessa su cui i professionisti più affermati stanno suggerendo di avere un metodo di risoluzione integrato che concili l'approccio del Vta e del Sia-Sim. L'esperienze e le competenze del professionista restano la base per affrontare l'argomento. I casi di maggiore complessità e gli alberi dal grande valore storico e ambientale devono avvalersi dell'impiego di mezzi strumentali.

Contatti

Andrea Bucci dottore agronomo a Milano, Monza, Pavia, Lodi, Bergamo e Brescia. Agronomo Milano.

bucci.agronomo@gmail.com

Via Boccaccio 2
Cesano Boscone (Milano)

Valutazione della stabilità degli alberi VTA, programmazione di potature, abbattimenti e sostituzioni di alberi di alto fusto. Progettazione, gestione e idee per la manutenzione di giardini, terrazzi, alberi e tutte le classi di verde pubblico e privato. A Milano e provincia...ma non solo!


Passione, serietà, concretezza.

Agronomo a Milano.
Agronomo a Monza.
Agronomo a Pavia.

Tel. (mobile): 389-0715019

mail: bucci.agronomo@gmail.com

Agronomo - Milano

Cerca nel sito

© 2012 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito gratisWebnode